Progetto No Slot - Comune di Gonzaga

Servizi alla Persona | Progetto No Slot - Comune di Gonzaga

QUANDO IL GIOCO NON E' PIU' UN GIOCO

Progetto realizzato dal Comune di Gonzaga in collaborazione con enti ed associazioni del territorio comunale e provinciale: un unico progetto composto da una pluralità di azioni per contrastare ed arginare la pratica del gioco d'azzardo lecito, per portare a conoscenza dei cittadini l'entità del fenomeno e per fornire un supporto alle persone colpite da ludopatia.
I gruppi di lavoro attorno al progetto sono cinque: informazione e comunicazione, formazione, ascolto ed orientamento, mappatura ed eventi. Il target non è limitato agli adulti, la prevenzione inizia dalle scuole.

 

Attività e Iniziative 2015-2016
 

4 dicembre 2015 ore 21.00 Teatro Comunale- Incontro con il regista Francesco Russo e visione del documentario Zeroper
8 dicembre 2015 dalle 8.00 alle 15.00 Piazza Matteotti - Tenda della solidarietà
Seconda settimana di gennaio 2016: incontro formativo dedicato a coloro che operano a stretto contatto con i ragazzi
Marzo 2016: Settimana della legalita' - incontro sul tema diretto da Simone Feder, psicologo, coordinatore dell'area giovani e dipendeze della casa del giovane di Pavia.
Maggio 2016: Mercato dell'immaginazione, edizione no slot

Per rimanere sempre aggiornato sulle iniziative del gruppo e gli sviluppi del progetto seguici su FB io non gioco-gonzaga 


I Servizi

È attivo lo sportello d'ascolto dedicato alla ludopatia presso l’Ufficio Servizi Sociali del Comune di Gonzaga (il giovedì ore 10-12) e presso la Caritas di Suzzara  - Associazione San Lorenzo (il lunedì ore 14-16), ed è in funzione anche un numero di telefono dedicato, 393 8770745, attivo il lunedì e il venerdì dalle 10 alle 14.
Per appuntamenti, assistenza o consigli, è anche possibile scrivere alla mail ionongioco2015@gmail.com 


Le Azioni

Le risorse ottenute grazie al bando di Regione Lombardia vengono utilizzate per organizzare momenti di incontro e di formazione per la popolazione - in particolare per coloro che svolgono un ruolo educativo all’interno della comunità e a contatto con i giovani -, potenziare sul territorio i centri d’ascolto, aggiornare la mappatura dei luoghi dove si esercita  il gioco d'azzardo lecito, svolgere azioni di orientamento, consulenza e sostegno
I ragazzi delle scuole superiori dell’Istituto Strozzi di Palidano e del Manzoni di Suzzara saranno coinvolti nella compilazione di un questionario che indaga le abitudini giovanili rispetto al tempo libero, all’uso di internet e all’utilizzo del cellulare, per individuare e monitorare comportamenti che possano indurre alla ludopatia. La compilazione sarà anticipata dall’incontro dei dirigenti e degli insegnanti con Simone Feder, psicologo e coordinatore dell'area giovani e dipendenze nelle strutture della comunità Casa del Giovane di Pavia .
Anche gli studenti della scuola secondaria di primo grado Benedetto Croce parteciperanno ad un percorso di prima sensibilizzazione alla tematica tramite incontri e la visione di uno spettacolo teatrale della compagnia “L'e'mei perdi che catai”. Saranno inoltre chiamati a realizzare il logo che verrà utilizzato per promuovere le azioni anche dopo la fine ufficiale del progetto.


Il Gruppo di Lavoro

Il progetto Quando il gioco non è più un gioco è realizzato dal Comune di Gonzaga in collaborazione con istituzioni e associazioni facenti parte del partenariato costituitosi a maggio 2015:

associazione @mici.net
Gruppo scout Agesci Gonzaga 1
L'incontro  - Centro sociale ricreativo culturale autogestito
Associazione San Lorenzo onlus
Un5perGonzaga
L'officina dell'immaginazione
Anspi Gonzaga
Parrocchie di Gonzaga , Bondeno e Palidano
Il tempo della famiglia - Family time onlus
Circoli Acli di Gonzaga e Bondeno
Circolo Arci laghi Margonara 
Arci bocciofila gonzaghese asd
Asl di Mantova
Istituto comprensivo di Gonzaga
Istituto superiore Strozzi di Palidano
Provincia di Mantova
Arci provinciale di Mantova 
Acli provinciale di Mantova

 

 

 

Crea il logo!

 

Il Comune di Gonzaga e le associazioni del gruppo di lavoro invitano i ragazzi dai 12 ai 19 anni a creare un logo identificativo del progetto "Quando il gioco non è più un gioco", che sarà votato da una giuria popolare e premiato sabato 14 maggio 2016 durante la manifestazione "Il Mercato dell'Immaginazione". Gli elaborati dovranno pervenire entro l'11 maggio 2016.

Per maggiori informazioni, è possibile scaricare:

 

 

 

L'ordinanza per limitare gli orari di sale da gioco e slot machine

 

Nel giugno 2016, il sindaco Claudio Terzi ha firmato un’ordinanza che regola e limita sia gli orari di esercizio delle sale giochi, sia gli orari di funzionamento degli apparecchi con vincita in denaro nei pubblici esercizi presenti sul territorio comunale. “È un intervento a tutela dalla salute dei cittadini” chiarisce il sindaco Claudio Terzi “la volontà è proprio quella di ridurre la possibilità di accesso alle slot machine e ai dispositivi per il gioco d’azzardo lecito, con particolare attenzione agli orari di uscita dalle scuole e ai momenti liberi delle fasce più colpite dal fenomeno, come i giovani e gli anziani”.

Ai sensi dell’ordinanza vengono abolite le aperture non stop: le sale giochi - ad esclusione delle sale biliardo e delle sale bowling per la loro natura di attività prevalentemente sportiva – potranno esercitare dalle ore 9 alle ore 12 e dalle ore 18 alle ore 23. Anche l’orario di funzionamento degli apparecchi di intrattenimento e svago con vincita in denaro presenti in bar, ristoranti, alberghi, rivendite tabacchi, ricevitorie lotto, esercizi commerciali, agenzie di scommesse, negozi di gioco e sale bingo viene limitato analogamente. Per una maggiore incisività dell’azione, gli orari sono stati formulati in continuità con le ordinanze già firmate dal comune di Mantova e da altre amministrazioni della provincia. Qui tutti i dettagli.

 

La Mappatura del gioco d'azzardo lecito a Gonzaga

 

A conclusione del progetto, il gruppo di lavoro ha curato una mappatura del gioco d'azzardo lecito nel territorio di Gonzaga: quanti locali ci sono, quanti hanno le slot, dove sono collocati e ancora chi sono i giocatori tipo, quanti biglietti gratta e vinci si vendono nel Comune. Ringraziamo le persone intervistate per la disponibilità e la collaborazione. Qui i risultati dell'indagine.


 

Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (3 valutazioni)