Ludopatia, ordinanza per limitare gli orari di sale gioco e slot machine - Comune di Gonzaga

archivio notizie - Comune di Gonzaga

Ludopatia, ordinanza per limitare gli orari di sale gioco e slot machine

 
Ludopatia, ordinanza per limitare gli orari di sale gioco e slot machine

Un altro giro di vite contro la ludopatia da parte dell’amministrazione comunale di Gonzaga. Il sindaco Claudio Terzi ha firmato un’ordinanza che regola e limita sia gli orari di esercizio delle sale giochi, sia gli orari di funzionamento degli apparecchi con vincita in denaro nei pubblici esercizi presenti sul territorio comunale. “È un intervento a tutela dalla salute dei cittadini” chiarisce il sindaco Claudio Terzi “la volontà è proprio quella di ridurre la possibilità di accesso alle slot machine e ai dispositivi per il gioco d’azzardo lecito, con particolare attenzione agli orari di uscita dalle scuole e ai momenti liberi delle fasce più colpite dal fenomeno, come i giovani e gli anziani”.

Ai sensi dell’ordinanza vengono abolite le aperture non stop: le sale giochi - ad esclusione delle sale biliardo e delle sale bowling per la loro natura di attività prevalentemente sportiva – potranno esercitare dalle ore 9 alle ore 12 e dalle ore 18 alle ore 23. Anche l’orario di funzionamento degli apparecchi di intrattenimento e svago con vincita in denaro presenti in bar, ristoranti, alberghi, rivendite tabacchi, ricevitorie lotto, esercizi commerciali, agenzie di scommesse, negozi di gioco e sale bingo viene limitato analogamente. Per una maggiore incisività dell’azione, gli orari sono stati formulati in continuità con le ordinanze già firmate dal comune di Mantova e da altre amministrazioni della provincia.

L’ordinanza arriva a coronamento del progetto “Quando il gioco non è più un gioco”, cofinanziato da Regione Lombardia e realizzato dal Comune di Gonzaga con la collaborazione di associazioni del territorio, istituti superiori Strozzi di Palidano e Manzoni di Suzzara, istituto comprensivo di Gonzaga, Asl di Mantova e numerose associazioni del territorio. Dieci mesi di intenso lavoro, durante i quali sono stati organizzati incontri, campagne informative, indagini conoscitive, spettacoli ed eventi sportivi per sensibilizzare la popolazione sui rischi legati al gioco d’azzardo lecito. Le associazioni partecipanti al progetto, con tutti i volontari, si riuniranno giovedì 30 giugno a Gonzaga in un incontro conviviale per tracciare il bilancio delle attività svolte e delineare il programma di quelle future.

 


Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (437 valutazioni)