“Le parole fanno più male delle botte”: dibattito sul cyberbullismo con Paolo Picchio - Comune di Gonzaga

archivio notizie - Comune di Gonzaga

“Le parole fanno più male delle botte”: dibattito sul cyberbullismo con Paolo Picchio

 
 “Le parole fanno più male delle botte”: dibattito sul cyberbullismo con Paolo Picchio

Grazie a web e smartphone, la piaga del bullismo è diventata ancora più tossica, feroce e pervasiva. Nel 2018, a livello nazionale, sono state presentate alla Polizia postale e delle comunicazioni 326 denunce per reati di cyberbullismo: più nel dettaglio, nei primi dieci mesi del 2018 sono stati 69 i minorenni segnalati all’Autorità Giudiziaria per aver diffuso immagini pedopornografiche; 37 i minori per sextortion; 164 per aver vessato, diffamato e molestato coetanei attraverso i nuovi media.

Instagram  è il social su cui si registra la più alta percentuale di casi di bullismo nella fascia di età tra i 13 e 16 anni, ma le autorità tengono monitorati altri canali emergenti come ThisCrush e Tik.tok. I più grandi antidoti contro un fenomeno dagli effetti potenzialmente devastanti sono la conoscenza, l’informazione e la prevenzione. Le associazioni di Gonzaga, insieme al Comune, ne sono così convinte da aver organizzato un dibattito pubblico dal titolo “Le parole fanno più male delle botte” con la partecipazione di Paolo Picchio, papà di Carolina, la ragazzina di 14 anni che nel 2013 si è tolta la vita gettandosi da una finestra dopo che in rete era stato diffuso un video a sfondo sessuale che la riguardava.

L’appuntamento è per giovedì 21 febbraio alle ore 20:45 al Teatro Comunale. “L’invito è aperto a tutti, in particolare genitori, educatori e adolescenti: sarà una serata di sensibilizzazione su temi così attuali nella nostra società” spiegano i rappresentanti delle associazioni promotrici Acli, Anspi, Avis, Agesci, Arci Laghi Margonara, Polisportiva ADS Gonzaga, @mici.net, associazione Calcio Gonzaga 1919. Sono cittadini volontari che, in ambiti diversi e con il sostegno attivo dell’amministrazione comunale, ogni giorno operano al fianco dei giovani e delle famiglie, intercettano le criticità e reagiscono mettendosi a disposizione della comunità attraverso la sensibilizzazione, l’ascolto e l’aiuto. La mattina seguente, con la partecipazione di Paolo Picchio, si svolgerà un secondo incontro riservato agli studenti della scuola media. 

L'iniziativa è stata pesentata alla stampa dal vice sindaco e assessore alle politiche sociali e della famiglia Elisabetta Galeotti, e, in rappresentanza delle associazioni promotrici, da Stefano Calzolari (presidente Acli Gonzaga), Rosanna Faroni (Acli Bondeno) e Tiberio Mondini (Arci Laghi Margonara), con la presenza di Carla Ferrari per Cronache Sanitarie.

 

 

 


Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (77 valutazioni)